Non che Concetta…

Che poi – almeno così è capitato a me – non ce n’è una che giri orgogliosa del suo “Concetta”. È piuttosto tutto un fiorire di Cetty, Cetta, Concy, Conchita e via dissimulando.

Ripensavo così leggendo l’articolo che riporta la sentenza della Corte d’appello riguardo il nome Venerdì scelto da due arguti (?) genitori di Nervi. Magari di cognome facevano Nero e sarebbe stato la perfezione.

[…] prescrive la legge per gli appellativi “ridicoli o vergognosi” che avrebbero trasformato il bimbo nello “zimbello del gruppo”, precludendogli “serene relazioni interpersonali”. Tre le motivazioni: letteraria, religiosa, popolare.

“Il nome Venerdì – scrivono i giudici – comportava il collegamento immediato al romanzo Robinson Crusoe di Daniel Defoe… ad una figura caratterizzata da un ruolo di sudditanza e di inferiorità la quale, pur elevandosi dal suo stato di creatura selvaggia, non arrivava mai ad essere equiparabile all’immagine dell’uomo civilizzato”.

Poi ci sono le implicazioni religiose e quelle popolari legate alla superstizione. I giudici […] sentenziano che “… inoltre al venerdì come giorno della settimana sono notoriamente connesse connotazioni di tristezza e di penitenza, essendo addirittura associate nei proverbi popolari a connotazioni negative, di sfortuna (venerdì 17, ndr)”.

I genitori ribattono che se di cognome facessero Totti, non avrebbero avuto problemi. Poi c’è il solito turgore accademico che viene interpellato e sentenzia, mettendo un ceppo mortuario sulle abitudini di lettura dei giovani:

[…] ordinario di letteratura angloamericana all’università di Genova, non concorda con i giudici. “Mi sembra molto capziosa l’associazione tra il nome e il personaggio letterario che sostengono i giudici. Non so, oggi, con tutti i personaggi che popolano le fantasie dei più giovani, quanti siano realmente i lettori del romanzo”.

Amen.

Una cosa che mi sfugge è: va bene, Venerdì non è esattamente brillante, ma i giudici non avrebbero potuto dare una seconda chance ai genitori? L’ex-Venerdì si chiama ora Gregorio, dal nome del santo festeggiato il giorno in cui è nato. Gregorio…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...