Null Bock auf grantolo

Stasera ero fissa davanti allo schermo durante il secondo tempo della partita, s’è visto. Nel primo ero davanti a una donzellina giovane, molto gentile e dal forte accento non Maria-Luigianesco, con occhi contornati di un blu fitto come nemmeno certe modelle nei cosiddetti servizi di moda artistici, zinnine e fianchi all’aperto. La consulente del Caaf😀 [tra l’altro, una persona sulla quale il tedesco ha un effetto esilarante: si è messa a ridere sfrenatamente quando ho le ho detto del tedesco e si è detta convinta che “der”, parola che ha dovuto ricopiare avendo io avuto quale cliente un albergo che si chiama der Xhof, ovvero il + nome albergo, fosse un saluto :)]

A proposito di lagne di persone che invecchiano, leggo che non sono sola. Faccio compagnia a Boris Becker, per esempio. Ehi, io me lo ricordo quando era un giovanissimo ciglia di grano vittorioso a Wimbledon. Ora è un maturo quarantenne e sta diventando uno Spießer, dicono i giornali: un borghesuccio, benpensante, perbenista, piccolo borghese, filisteo, qual dir si voglia. La faccia c’è tutta. Becker sostiene che bisogna finirla con queste tenniste che emettono alti guaiti mentre battono e ribattono:

Das hat ja auch etwas Sexuelles und man fragt sich: Das muss doch die Stimmbänder reizen und kann nicht gesund sein. Das wird man reduzieren müssen. Das geht nicht weiter so. (fonte)

Insomma, ha qualcosa di sessuale, viene da chiedersi: non irrita le corde vocali, non può essere sano. Bisognerà ridurre questa cosa. Non può andare avanti.

Ne parla anche Clerici su La Repubblica, nella sezione Sport (si saranno sbagliati, penso intendessero Gossip):

[Becker] Si è dunque reso alfine conto che le donne gemono e rantolano, in campo, da cui il ben noto neologismo “grantolo“, ormai assunto anche da un dizionario. Non solo infatti le tenniste gemono (la Sharapova, la Williams), ma quelle loro emissioni vocali potrebbero – sempre secondo il nostro genio – suggerire analoghe sonorità riservate, per solito, ad intimità sessuali.

Ora, chi ha il dizionario che contiene GRANTOLO si palesi subito! Se si cerca in internet, MrGugl gentilmente suggerisce granarolo. In questo momento trovo una novantina di occorrenze, tra cui molte citazioni del detto articolo.

Sul versante DE (di qui inizia il terreno dei tedescofili, sotto protezione WWF)

L’articolo da cui ho tratto la citazione reca il titolo Null Bock auf Lustschreie: (ca.) zero voglia di grida vogliose.

null Bock haben = keine Lust haben (salopp, umgangssprachlich) (fonte)

Il primo significato di Bock è maschio della capra, caprone, becco; il dizionario DE-IT Zanichelli però distingue in lemmi diversi. Trovo un filone di tedescofoni che si domandano da dove venga l’espressione. Cito da una risposta:

Als neuere Wendung zum Bock hat sich vor allem bei jungen Menschen Null Bock haben durchgesetzt; desgleichen Bock haben auf etwas. Sie ist etwa 1979/80 entstanden.
Die Jugendsprache bedient sich des Bocks als Metapher, um ‘Lust, Appetit auf etwas haben’ bzw. ‘keine Lust haben’ in bildhaft ironisierender Weise zum Ausdruck zu bringen.

aus: Lexikon der sprichwörtlichen Redensarten: Bock, S. 7. Digitale Bibliothek Band 42: Lexikon der sprichwörtlichen Redensarten, S. 874 – vgl. Röhrich-LdspR Bd. 1, S. 228 – (c) Verlag Herder

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...