What’s your name?

Nel pomeriggio sono andata in centro (in die Stadt, dicono loro). Mentre attendevo il verde a un incrocio pedonale, ho notato che dall’altra parte attendevano tre splendidi esemplari maschili,  biondi, giovani, e parecchio aitanti, a torso splendidamente nudo e splendidamente glabro. Sopra i capezzoli avevano tatuato il marchio del gestore telefonico austriaco che sponsorizza il torneo di beach volley, l’eventone di questo finesettimana. E sotto, sui tonici addominali, il primo aveva scritto what’s, il secondo your, e il terzo name?

Volevo corrergli incontro e dire: Ilsa, Ilsa! My name’s Ilsa!

Ma poi ha vinto la decenza.

A proposito di nomi e di sport. Stavo ascoltando or ora una trasmissione sulla seria e colta Ö1, più o meno la RaiRadio3 austriaca, sulle Olimpiadi in Cina. Da quando Pechino è stata scelta, va di gran moda chiamare i figlia Olimpia. Femminile o maschile, hanno chiesto. Neutro, hanno risposto. Un’infermiera spiegava che i cinesi amano dare i nomi legati a eventi importanti. Per esempio, Staatsgründung, spiegavano in traduzione.

– Ciao, come ti chiami?
•Fondazione dello stato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...