Meno o più di quanto volessi

ho un tetto sulla testa
scarpe ai piedi
burro per il pane
ho un tavolo
una sedia e un letto
ho un padre morto
una madre morta
avrò un fratello morto
ho avuto cose buone
molto buone
non così buone
ho avuto tempo
poco tempo
molto tempo
ho avuto una vita
ho avuto un uomo
che mi ama
quel che ho avuto
che cosa ho avuto
quel che ho annotato
ho avuto di più
ho avuto di meno
avuto cosa, poi

L’originale di questo scarno inventario esistenziale  si trova qui: è una lirica della poetessa berlinese Anna Jonas.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...