tisch und stuhl

tisch und stuhl
stehen schwul
im raum herum
und glotzen dumm

trotz beinen vier
kann ich nicht zu dir
warum sind wir
kein tier

bei tages licht
bemerkt man es nicht
da hockt ein gewicht
auf unserm gesicht

doch bei nacht
erwacht es mit macht
man schaut sich an
und kommt nicht heran

tisch und stuhl, von Gerhard Rühm, aus: Geschlechterdings, Rowohlt Verlag, Reinbek bei Hamburg 1990

la tavola e la sedia
stanno nella stanza
in saffica sorellanza
fisse nell’inedia

quattro gambe ho
ma a cosa vale
arrivare a te non so
fossi un animale

alla luce del giorno
non si nota d’intorno
ma c’è un peso preciso
sul nostro viso

però nelle notturne ore
si raccende l’ardore
l’una l’altra ci osserviamo
ma avvicinarci non possiamo

Nota bene

Questa cosa *non* è una trad. E’ appunto una cosa, mia più che dell’autore, una cosa piena di difetti e arbitrio (come ogni trad., si potrebbe dire, ma lasciamo perdere). Il primo problema è dato dal genere grammaticale: der Tisch è maschile, e ci siamo, il tavolo, der Stuhl è parimenti maschile in tedesco, ma in italiano la sedia è femmina. Lo scherzetto in versi scaturisce proprio dalla rima Stuhl/schwul, sedia/frocio, e di qui tutta la frustrata storia d’amore tra tavolo e sedi(o). La mia scappatoia è stato trasformare tavolo in tavola – molto sconvenientemente – e farne una storia di omoerotismo femminile. Ma il guaio più grosso è che in tedesco il lessico è semplice, l’effetto piano e scherzoso; io invece ne ho fatto una serie di pomposetterie e ho dunque stravolto il registro. Bisognerebbe riprovarci ex novo infilando vocaboli semplici. C’è poi il fatto che mi sono appena preoccupata delle rime, ma per il resto me ne sono infischiata della metrica, il che si sente/di vede (senza contare l’orrore dell’ultima rima osserviamo/possiamo). D’altronde, questo è il tempo che posso dedicare ai miei sollazzi.
Come che sia, nell’originale questa “ballata breve” incentrata sui due poveri pezzi di mobilio innamorati è esilarante.

PS Geschlechterdings = Sessolutamente?🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...