Transparent

Di sicuro la parola del giorno, quella che finalmente mi risarcisce di un vecchio Tapeten che non ho mai davvero digerito (alla faccia dell’immagine che una ha di sé: dico sempre che mi accendo come uno zolfanello, ma non serbo rancori e malevolenze. Qualcosa scappa sempre, soprattutto se ne vanno di mezzo le parole)

In tedesco i falsche Freunde non sono numerosi quanto in inglese, ma forse proprio per questo motivo sono ancora più insidiosi. Soprattutto poi quando ammettono un’accezione simile all’italiano, ma anche quella che non lo è affatto.

Transparent vuol dire sì “trasparente”, ma come sostantivo vale “striscione“.