Wordnik

Non un dizionario, stanno proprio cercando un nome adatto per definire il “progetto” della lessicografa americana Erin MacKean:

Il nuovo servizio si chiama Wordnik e ha fatto il suo debutto online in questi giorni. Per ora sono disponibili oltre 1,7 milioni di lemmi in lingua inglese, ognuno dei quali è sempre inserito nei suoi contesti d’uso. Se per esempio si lancia la ricerca «bacon», oltre alle classiche definizioni, si può accedere a una miriade di altre informazioni: risultati in tempo reale da Twitter, immagini di Flickr, frasi famose presenti in romanzi e saggi, statistiche su quanto un lemma è utilizzato online, giochi linguistici (anagrammi, scarabeo), termini relativi (che non sono i classici sinonimi e contrari). Come su Wikipedia, gli utenti sono invitati a partecipare, segnalando nuovi termini, inserendo note, etichettando le parole: tutte le modifiche sono però supervisionate dal team di Wordnik, composto da diversi esperti di linguistica. (da)

Così se digito “sun“, escono:

– esempi da Gutenberg.org (il contesto, ragazzi, datemi il contesto!) e da Twitter
– definizioni prese da alcuni dizionari online
– la pronuncia
– sinonimi
– etimologia
– bellissime foto da Flickr, come questa