Errore 0x00003afc

Anche il banale quotidiano rompe. Una vita piena di intoppi, di increspature, di fornelli lasciati pieni di schizzi di olio fritto nauseabondo altrui, di bus persi per trenta secondi, di speranze e disperazioni lavorative, di buoni propositi sabotati dalla stizza e dalla pigrizia. Una settimana con la gorgone della tecnologia avversa: una chiavetta bruciata da un trojan (e sto scoprendo man mano quanto ci avevo lasciato dentro senza aver l’accortezza di copiarlo altrove), un browser disinstallato per leggerezza che si è portato via un marasma di link importanti, una stampante comprata a casaccio che non vuol saperne di installarsi.

Errore 0x00003afc! Con quel rumore metallico che sembra una botta sui denti.

Errore 0x00003afc! Che se ci riprovi, diventa pure una diversa sequenza di lettere e numeri, ma il rumore di pignatta cozzante è lo stesso.

Errore 0x00003afc! Ma dovevo proprio venire qui?

Errore 0x00003afc! Ma non potevo essere meno impaziente?

Errore 0x00003afc! Ma perché sono sempre impaziente?

Errore 0x00003afc!

P.S. Nel pomeriggio sono tornata alla terapia del libro: comoda comoda da Hugendubel, come se non fosse una libreria ma una biblioteca, mi sono letta Io e te di Ammaniti e mi è parso di invidiare la cantina di Lorenzo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...