Wo drückt dich der Schuh?

Gli ultimi scampoli di Kakania sono dolci e malinconici. Nell’aria si è già insinuato l’autunno lacustre – ma l’opulenta signora del palazzo di fronte, in un vasto bikini rosa, si gode l’ultimo sole delle vacanze estive mentre stende scrupolosamente il bucato.

Badewetter, Badewetter,* solletica la radio kakanika, ma io sono un’altra volta legata a un libro e al computer,  guardo dalla finestra le basse montagne arricciate di verde attorno e quelle più alte e grige verso sud, dove sta l’Italia, e penso che presto dovrò ripartire.

Ieri ho perso la mia battaglia con le ballerine comprate in Italia: dorate e morbidissime, la prima volta m’hanno bucato i talloni. Ieri mi sono armata di bellicosi cerotti e sono partita fiduciosa. Finché non ho sentito qualcosa di umido e appiccicoso. Hanno vinto anche la seconda partita. Eppure non sentivo un vero dolore, soltanto un fastidio. E anche ora, in questa brezza carezzevole, mi viene da chiedermi: Wo drückt dich der Schuh?**

Foto scattata al Bata Shoe Museum di Toronto, luglio 2008

* Badewetter: tempo perfetto per andare al lago
** Wo drückt dich der Schuh?
cosa c’è che non va? qual è il problema? FIG Letteralmente: dove ti preme la scarpa?

Annunci